Le nostre attività
Notizie a 4 zampe
Slideshow
bbblbbbr
Foto in primo piano

Il cucciolo, maneggiare con cura

Allegato: Il cucciolo

di Maddalena Catalano

Viviamo nellʼera della velocità dove tutto corre e tutto scorre senza possibilità di rallentare. Noi corriamo, il nostro tempo corre, la nostra società corre… e così tra una corsa e lʼaltra abbiamo deciso di correre anche per lʼeducazione dei nostri cani…. Anzi dovrei dire che abbiamo deciso di precorrere i tempi, saltando le tappe fondamentali che non torneranno più e che non potremo più recuperare.

Sempre più spesso infatti assistiamo ad addestramenti non compatibili con lʼetà e con la maturazione psico- fisica dei nostri cani, ci ritroviamo a voler bruciare le tappe perché solo così il nostro cucciolo sarà perfetto, sarà migliore, e perché no forse diventerà un campione.

In rete impazzano i video di cuccioli che volano tra gli ostacoli di agility a pochi mesi di vita con proprietari strafelici dei risultati ottenuti, ignari del rischio a cui sottopongono il proprio cane… già ignari perché lì con loro cʼè un istruttore a seguirli e non possono certo pensare che non sappia queste cose. Non voglio parlare degli istruttori che vi “guidano” in questi percorsi ma voglio cercare di rendere più consapevoli voi proprietari che vi affidate alla nostra competenza, perché possiate avere gli strumenti per tutelare la
crescita serena del vostro compagno di vita.

E allora vi chiedo… siete davvero convinti che lʼaddestramento precoce fisiologicamente non supportato dalle competenze “genererà” il super cane che vi aspettavate????

Per capirlo facciamo un passo indietro….il cucciolo è un essere in evoluzione strutturale, ma anche emotiva, comportamentale, relazionale, affettiva, cognitiva ed è quindi abbastanza intuitivo che lʼeducazione o lʼaddestramento devono essere compatibili con il suo stadio di sviluppo.

Premetto che non amo fare paralleli tra cani e bambini ma questa volta farò unʼeccezione puramente a scopo didattico, per rendere più intuitivo quello che molti di noi ogni giorno si sforzano di far arrivare a molti proprietari.
Mettereste mai un bambino alla guida di una macchina? Certamente no, sarebbe troppo pericoloso (sempre che il bambino riesca a metterla in moto la macchina)…. Dareste da fare dei logaritmi ad un bambino alle elementarii? Beh no, la frustrazione per la non riuscita sarebbe enorme e sicuramente rinuncerebbe… mettereste la vostra bambina di 2 anni sulle punte perché da grande farà la ballerina? Ma noooo, lo sanno tutti che le sollecitazioni ossee sarebbero insopportabili per un corpicino in crescita. Lascereste navigare i vostri figli in rete senza nessun controllo? Nooo, la rete si sa è piena di pericoli e il bambino non ha ancora gli strumenti cognitivi per proteggersi…

E allora perché ci chiedete di fare tutto questo con i vostri cani???? Tutte le volte che ci chiedete di “correre”, di insegnare tutto e subito al vostro cucciolo, ci state chiedendo di esporre il cane a qualcosa per cui non è pronto e che vi darà dei problemi, magari non visibili nellʼimmediato ma i problemi arriveranno. Potranno essere problemi fisici ma anche comportamentali e relazionali, farete fatica a capire come possa essere successo eppure la spiegazione è molto semplice…. Avete corso troppo e troppo presto.